Storia e lettura

Docente: Prof. Leo WINKLER

Lettura delle Favole di Esopo e di Fedro.

Esopo, schiavo della Frigia vissuto nel VI sec. A.C., è una delle voci più antiche della letteratura greca.
Fermo nel difendere la giustizia, per primo fece parlare gli animali per dire agli uomini delle loro prepotenze e atti d'arbitrio.
Molti secoli dopo a Roma Fedro, prima schiavo e poi liberto di Augusto, di nuovo fece dire agli animali cose che altrimenti non avrebbero potuto esser dette con altrettanta libertà.
L'opera in versi di Fedro fu poi ripresa in prosa nel medioevo, e ispirò i "bestiari" medievali, con gli animali presi a simbolo di vizi e virtù umane; dopo alterne fortune approdò alla letteratura moderna: La Fontaine tra il 1668 e il 1694 pubblicò 12 libri di Fables, capolavoro della letteratura francese. Dopo di lui gli animali hanno continuato a parlare e a diffondere il loro messaggio universale.
I primi quattro incontri verranno dedicati alla conclusione della "Lettura del De bello Gallico di Cesare", rimasta in sospeso nell'anno 2020,... dove si vede Giulio Cesare in piena azione, e lo si vede diventare "Cesare". La guerra di Gallia non è solo guerra con e contro i Galli, ma parla anche di Belgi, Britanni, Germani. La principale tessera nel disegno politico di Giulio Cesare è alle origine dell'idea di Europa.
Edizione di riferimento: Fedro, Favole (trad. E. Mandruzzato) (BUR)
Cesare, la guerra gallica (trad, F. Brindesi) (BUR)

 
Calendario delle lezioni Giovedì A
Orario 15,00 - 17,00 (11 lezioni)
Ottobre 14-28
Novembre 11-25
Dicembre 9
Gennaio 2022 /20
Febbraio 3-17
Marzo 3-17-31
 
 
 
  Site Map